trasparentenerojpg_edited.png

Ecopelli ed eco-pellicce sono sostenibili? Le scelte per la nuova collezione AI 21-22

Tra le errate convinzioni sul mondo della moda c’è quella che le eco-pellicce e l’ecopelle siano sostenibili, in realtà l’unico fattore positivo è quello che sono cruelty-free in quanto sicuramente sono tessuti prodotti senza provocare sofferenze sugli animali ma sono in ogni caso prodotti sintetici.

Le pellicce ecologiche e le ecopelli sono invece molto inquinanti poiché derivano quasi sempre da fibre sintetiche che non sono biodegradabili e rimangono nell’ecosistema, al pari delle bottiglie o dei sacchetti di plastica. Sono inoltre spesso prodotte a basso costo in Pakistan, in Bangladesh o in Cina, da persone (anche bambini) che lavorano in condizioni inaccettabili.


Per la collezione Autunno Inverno 2021 – 2022 Annalisa Queen, sempre attenta al fattore sostenibilità, introduce la prima pelliccia veramente ecologica in Koba (soia) ovvero la prima pelliccia con il 37% di fibre di origine vegetale cioè bio-based e poliestere rigenerato.









Nella precedente collezione invernale Annalisa Queen aveva introdotto una pelle vegetale

derivante dalle fibre delle foglie di ananas. In questa collezione viene invece introdotta una pelle vegetale derivante dal cactus, biodegradabile e senza sostanze chimiche tossiche con cui sono state fatte le borse e anche un capo di cui non sveliamo ancora niente.



Restate sintonizzati per scoprire la nuova collezione Autunno Inverno 2021 – 2022.

73 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Re-Dream Box